Cos’è? + Legenda + F.A.Q.

In ogni post del Cinesemaforo troverai solamente tre elementi: il poster del film “semaforizzato”, il semaforo acceso sul colore del giudizio sul film, e una recensione di massimo tre righe.

Le recensioni del Cinesemaforo sono pensate per essere condivise sul vostro social network preferito, o per essere spedite via SMS ai vostri amici.

Se hai bisogno di approfondire, talvolta troverai dei link a recensioni consigliate dall’autore del semaforo.

Non ci sono recensioni linkate? Segnalane tu stesso, anche se l’autore sei tu!

Vuoi diventare un semaforizzatore? Manda un’e-mail all’indirizzo che segue, indicando come oggetto “candidatura semaforizzatore”!

Legenda

Visione consigliata a tutti, senza controindicazioni. Potrebbe essere un buon film o un capolavoro, ma non si accettano reclami: i gusti d’altronde non si discutono.
Si ricorda inoltre che il semaforo non indica eventuali restrizioni sulla distribuzione e/o visione: il film potrebbe essere ad esempio vietato ai minori!
Il semaforo verde con una coccarda indica un film caldamente consigliato!
Attenzione! Consigliato un approfondimento! Leggete subito la recensione, gli eventuali link e commenti e informatevi con i mezzi che usate di solito! Il semaforo giallo non indica affatto che il film è “abbastanza buono”, anzi: potrebbe piuttosto essere un bellissimo film non adatto a tutti gli spettatori, o anche un film bocciato con riserve!
Il semaforo più semplice. Il film è brutto: non andate a vederlo. Fine.

 F.A.Q.

D: Avete dato verde a un film schifoso e rosso a uno bellissimo! Che droghe usate?!

R: I SEMAFORI NON SONO VOTI! La funzione di un semaforo posto su un incrocio è quella di far passare o meno le persone. Il Cinesemaforo fa la stessa identica cosa, ma per i film. Un semaforo verde significa solo che il film è adatto a tutti, ma non è detto che piaccia per forza a tutti; allo stesso modo, qualcuno potrebbe gradire molto i semafori rossi, che però secondo noi sono film da evitare.
Detto questo, è comunque improbabile che i verdi siano “film schifosi” e i rossi “film bellissimi”: è vero che è bello ciò che piace, ma nel fare film ci sono canoni qualitativi oggettivi che noi cerchiamo – nei limiti del possibile – di rispettare sempre.

D: C’è un film con il semaforo verde ma la recensione contrasta dicendo che è banale! Che droghe usate?!

R: Ebbene, messere? Come già detto, i semafori non sono voti, ma le recensioni sì! Laddove il semaforo si limita a indicare allo spettatore la fruibilità generica del film, la recensione può scendere più nel dettaglio e spiegare cosa c’è di bello e/o di brutto. Un semaforo verde può essere visto anche senza leggere la recensione, mentre nel caso di uno giallo è bene non solo leggere la recensione, ma anche approfondire meglio cercando recensioni e altri pareri altrove.

D: Ci sono dei film con un doppio semaforo! Ma è professionalità, questa?! Dai, veramente: che droghe usate?!

R: Capiamo che avere un parere discordante nei semafori limita l’idea stessa del blog, che è quella di avere un riscontro quanto più veloce possibile, ma d’altronde ci sono film che inevitabilmente dividono pubblico e critica, e non possono che darci da riflettere anche a noialtri. I semafori “contesi” (potete trovarli tutti nell’elenco selezionando questa etichetta) sono tutti gialli, il che automaticamente segnala di approfondire leggendo entrambe le recensioni. La maggior parte delle volte i semafori si discostano di un passo (rosso e giallo, o giallo e verde), ma può anche succedere che il film sia tanto discusso da dividere completamente i pareri ed essere rosso per un semaforizzatore e verde per un altro.

Che dire… in questi – fortunatamente rari – casi il Cinesemaforo perde un po’ di utilità, ma quanto meno saprete che il film in questione sarà un ottimo argomento di conversazione per la birra post-cinema!

Annunci