Semaforizzatori

È evidente che il colore del semaforo non può essere sempre oggettivo, per cui è consigliabile conoscere i gusti di chi lo assegna.
Obi-Fran Kenobi
Blog personale: Cronache di un disadattato
Frase preferita:
“l’importante non è la storia, ma come viene raccontata.”

ObiIn quanto proto-scrittore e sceneggiatore – anche di cortometraggi cinematografici -, ha un occhio di riguardo per la scrittura dei film.
Un film consigliato da lui potrà non incontrare i vostri gusti personali, ma difficilmente avrà grossi buchi nella storia, personaggi che non funzionano o dialoghi brutti e noiosi.
Allo stesso tempo, tende a mettere in secondo piano i lati puramente tecnici come fotografia e composizione scenica.
Adora in particolare i film che rifuggono le catalogazioni in generi, ma ha un debole per le storie che comprendono mostri, fantascienza ed elementi del secolo scorso o del noir anni ’30-’40. I suoi semafori su questi argomenti potrebbero non essere del tutto obiettivi. 😛

~

Do_Urden
Frase preferita: “…Di niente al mondo ti puoi fidare, né uomini né donne né bestie.” Conan il barbaro.

Passa dal fantasy al drammatico, non trascurando horror o azione, adora i film comici demenziali, riuscirebbe anche a vedere una biografia di Suor Germana… però non chiedetegli di guardare i “cinepanettoni” all’italiana. Non ha grandi conoscenze tecniche per cui il suo giudizio si basa molto sull’impressione a livello emozionale.

~

Griso
frase preferita: “La stampa è morta.” Egon Spengler.
 
Appassionato di cinema, musicista a tempo perso, scrittore ad anni alterni, ama nella pratica qualsiasi genere.
Potreste ritrovarvi d’accordo con lui sull’ultimo popcorn-movie, o trovare interessante la vena snob che lo pervade non appena indossa un maglioncino a collo alto e si ritrova a guardare qualche film di rassegne asiatiche semisconosciute.
Conosce a memoria Ghostbusters, e i generi che preferisce sono il Fantastico (in generale, dalla fantascienza al fantasy) e i film polpettone pseudooniricopsicologico, tipo Lynch.

 

 

Antares
frase preferita: “il cielo è azzurro, l’acqua è bagnata e i predatori sono sempre in agguato e sempre più forti…” Joe Hallenbeck.
 
Coraggio e originalità: queste le cose che apprezza maggiormente in un film. Odia la tendenza di uniformare le sceneggiature e le scene inserite dai consulenti di marketing.
Potreste trovare godibilissimo un film stroncato da lui quindi fate attenzione alle motivazioni al semaforo rosso. Per questo motivo viene molte volte definito “snob” dagli altri semaforizzatori ma è semplicemente molto critico, soprattutto verso registi/sceneggiatori che sfruttano i loro nomi oppure opere di altro genere snaturandone il significato.
Non ama particolarmente i film horror e i film di guerra. Volendo preferire un genere sicuramente direbbe fantascienza e film di azione/avventura.

 
~
Necronomicon
frase preferita: Ho sempre tentato. Ho sempre fallito. Non discutere. Fallisci ancora. Fallisci meglio.” Samuel Beckett
Uomo instabile, fatica a trovare qualcosa o qualcuno che lo soddisfi pienamente. È convinto di aver sempre ragione, cosa che il più delle volte si è rivelata vera. Delle poche volte in cui ebbe torto, non esistono testimoni ancora in vita. Preferisce un po’ di ironia e di sarcasmo alla serietà della vita. Guarda film di merda, brutti, meno belli e belli, amando in particolar modo i due estremi.
Soffre un po’ di daltonia semaforica per cui un suo rosso potrebbe essere un film assolutamente imperdibile: come fare a capirlo? Leggete il commento. Se è una grossa cazzata, allora correte a vedere il film. 

 

~

Semaforizzatori occasionali
 
Annunci